mercoledì 21 marzo 2012

CERTI SAPORI DELL'INFANZIA


La memoria olfattiva è quella a più lungo termine ed è anche quella più legata all’inconscio e al panorama delle esperienze istintuali. Basta un aroma, un profumo e la mente ritorna a quella prima volta che lo abbiamo annusato e un flash back  di emozioni ci pervade; magari nel tempo abbiamo perso il contorno o altri particolari legati a quella situazione, ma la sensazione provata..quella è vividamente impressa nella nostra pellicola mentale!
Si può dire che l’olfatto abbia una residenza privilegiata nel territorio dei nostri ricordi. Non c’è verso di dargli lo sfratto…;)
Come non provare un piacevole stupore e un brivido di commozione davanti ad un odore (e al sapore) che, proveniente dalla nostra Infanzia, ha attraversato (quasi) indenne il Tempo e il suo Oblio, riuscendo a resistere alla cupidigia degli Anni che tutto (o quasi) si portano via??
E allora celebriamo il ricordo della colazione di infantile memoria…ritroviamo quei sapori sopiti sotto le nostre papille gustative. Risveglieremo il fanciullino di pascoliana tradizione anche annusando, perché no?!, una torta come questa…
Chi non ricorda il gusto di latte e N.....K?? (=quella famosa polvere solubile al cacao che non cito per intero perché, volendo, potete usarne anche di altre marche) e i baffi che vi lasciava sulle labbra dopo aver sorseggiato dalla tazza??!
E’ proprio la polvere al cacao l’ingrediente “principe” di questa ricetta.

Ingredienti:
-       2 tazze di farina di kamutt
-       2 tazze di zucchero di canna
-       ½ tazza di fecola di patate
-       3 uova
-       1 bustina di vanillina
-       1 tazza di latte
-       1 tazza scarsa di olio di mais
-       1 tazza e mezzo di polvere solubile al cacao
-       1 bustina di lievito biologico
-       Lamelle di mandorle


Riunite in una ciotola la farina, lo zucchero, la fecola, le uova l’olio, il latte, la vanillina. Mescolate il tutto con il frullatore elettrico (a fruste). Aggiungete la polvere di cacao e mescolate. Da ultimo aggiungete anche il lievito setacciato con un colino e continuate a frullare. (se occorre aggiungete un altro po’ di latte). Versate il composto in una teglia da imburrata e infarinata. Spolverate la superficie della torta con zucchero di canna e lamelle di mandorle. Infornare a 180^ per circa 50 minuti. Prima di spegnere, consueta prova dello stecchino.






4 commenti:

  1. mi piace il tuo blog :) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche seprime armi :) ciao :) sono alle

    RispondiElimina
  2. Grazie mille!!! ...farò prestissimo un salto dalle tue parti! :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao! Il tuo blog è molto buona, con deliziose ricette. :-)) Cake, che offre sembrare facile, avrai un caffè alla mattina. :-)) Saluti!

    RispondiElimina
  4. Grazie Moni!!anche io passerò dalle tue parti...solo che ...ho qualche problemino a "leggere" la tua lingua :(
    buona giornata!!! Terry

    RispondiElimina